Il cerchio rosso

Conduce Laura Tonello

Questo percorso si propone di sviluppare una consapevolezza piu’ profonda del nostro essere donne cicliche, attraverso la pratica di consapevolezza del ciclo mestruale, dello Yoga del Grembo e secondo l’esperienza e gli insegnamenti di Alexandra Pope e Uma Dinsmore-Tuli.

L'idea de Il Cerchio Rosso nasce nel 2010, quasi una eco alla fine del primo seminario tenuto da Alexandra Pope a Rovereto. E' stata una gestazione lenta e delicata che oggi vi propongo con questo progetto.

L’idea mi venne suggerita da una donna e nasce dal bisogno di creare uno spazio femminile protetto, di condivisione, confronto e di crescita.

Che cos'è Il Cerchio Rosso?

  • un gruppo di donne che si incontrerà per 10 lune
  • un percorso di circa 9 mesi che aiuterà ognuna di noi a portare alla luce parti nuove di sé, in una sorta di auto gestazione
  • un'esperienza di condivisione tra donne sulla nostra bellezza e sulla nostra natura ciclica attraverso l’esplorazione del ciclo mestruale, della mestruazione e di tutte le nostre esperienze  a questo collegate, in un ambiente protetto e in una atmosfera di profondo rispetto reciproco
  • un lavoro esperienziale anche con il corpo, attraverso esercizi yoga, meditazioni, visualizzazioni e massaggi

"Vi aiuterò a risvegliare la vostra immaginazione... vi spingerò a diventare curiose e fare le difficili... vi consiglierò di andare piano e di darvi Tempo..."

Alexandra Pope, Mestruazioni

Cosa portare

  • vestiti comodi, adatti ad esercizi a piedi scalzi o con calzettoni
  • un quaderno nuovo, se possibile, dedicato a questo percorso, per le tue note, con una penna
  • i tuoi colori preferiti, matite, pastelli...
  • una mente aperta ed un cuore gentile

Vi guiderò all'esplorazione del nostro intimo motore femminile, il ciclo mestruale. Il nostro ciclo ci lavora da dentro, mese dopo mese, anno dopo anno, portandoci a navigare diverse energie e poteri ogni mese ed accompagnandoci tappa dopo tappa, per tutto il cerchio della nostra vita di donne.

I Nativi Americano dicono "Al Menarca una donna incontra il suo potere, negli anni mestruali pratica il suo potere e con la Menopausa diventa il suo potere"
Faremo esperienza insieme di cosa significa praticare il nostro potere femminile, a partire dalle scelte della vita di ogni giorno.  Cosa significa onorare che siamo creature ciclici? Significa riconoscere che la nostra energia vitale, sessuale, la qualità del nostro sonno e dei sogni, il nostro appetito, il nostro desiderio relazionale o di solitudine, le nostre intuizioni, non sono sempre uguali, lineari, ma naturalmente cambiano... cambiano con noi. E poi cavalcare ed usare queste enrgie per manifestare la nostra luce.


La donna, il suo muoversi tra due mondi...
di Alexandra Pope, liberamente tratto dal libro Mestruzioni, ed aamTerranuova

“Durante il ciclo si rivela tutta la complessità della vita: il positivo ed il negativo, la gioia e il dolore, la certezza e la totale perdita di significati.
Dal momento del menarca fino alla menopausa la donna, eccetto durante la gravidanza, viaggia tra due mondi: l’ovulazione e la mestruazione. Spesso si considera l’ovulazione lo scopo stesso di tutto il ciclo e la mestruazione una seccatura che bisogna sopportare per tornare la fertilità. Ritengo che questa visione parziale del ciclo sia l’inizio dei problemi.
Come donne è importantissimo comprendere la totalità del processo. Di fatti siamo in continuo movimento tra due mondi, ognuno con le proprie regole fisiche, psicologiche e spirituali. La chiave di accesso a ciascun mondo sta nell’esperienza individuale.

Il ciclo è l’espressione di questo viaggio e di questi due movimenti.

A livello archetipico nell’ovulazione la donna incarna il ruolo della Madre, si sente focalizzata, senza l’interferenza di scomode emozioni, il pensiero è chiaro e logico, si è in grado di produrre e tenere sotto controllo ciò che ci riguarda...Durante l’ovulazione la donna emerge dalle acque, è attiva nel mondo e diretta verso la meta.
La fase premestruale invece, disturba e minaccia: il sole sparisce dietro le nuvole e, quel che è peggio, la terra ci trema sotto i piedi... La donna si sente smarrita, che ha perso il controllo ed il senso della vita. Ora è sott’acqua e nuota, senza protezione, in un mare scuro invaso da squali. Se non esercitato contro se stessa con depressioni ed una forte auto critica, la donna tende a scaricare in modo reattivo contro gli altri la forza di questo potere. Se la sua identità è basata tanto sul dare, in questo momento è confusa e tende a non riconoscersi più.”

La donna contemporanea però si sente spesso sola: non è educata nè supportata da una cultura che l'aiuti a riconoscere la complessità della sua natura, ignora che madre natura l'ha fornita di una modalità ciclica di percepire la realtà, di sentirla e di pensarla. Così, spaesata e confusa, non le rimane che accettare la categoria di "sindrome premestruale", moderna etichetta diagnostica che esprime tutta la non conoscenza sulla profonda natura femminile.

“La donna non ha bisogno di farmaci che sopprimano gli aspetti più brutti e pericolosi e la facciano tornare “normale”, piuttosto deve essere guidata a conoscersi, valorizzarsi e onorare la sua conoscenza. Ha bisogno di imparare il linguaggio della sua vita interiore tanto quanto quello esterno”.

Durata & Info

Tutti gli incontri saranno il venerdì sera dalle 19.00 alle 22.30, con sostanziosa pausa a metà!

Date

Calendario degli incontri 2014/2015: 24 ottobre 2014, 14 novembre, 19 dicembre,16 gennaio 2015, 20 febbraio, 20 marzo,10 aprile, 8 maggio e 5 giugno.

Dove

Gli incontri si terranno presso la sede dell'associazione Fatefaville, via dell'Androna 1, loc. Cadine, Trento

Costo

€ 190 complessivo per 9 incontri: la prima rata di € 100 va pagata in contanti al primo incontro di ottobre, la differenza di €100 va saldata a gennaio

€ 10 quota associativa annuale per le nuove iscritte

NB: Il percorso parte al raggiungimento di minimo 8 partecipanti.

Contatti

Se questo progetto ti attira contatta Laura Tonello:

cell.: 348 9212552
email: latonello@gmail.com

Questa "gestazione" mi ha fatto davvero bene... e la consapevolezza della Donna che é in me è cresciuta esponenzialmente...modificando in positivo il mio approccio nella famiglia, nelle amicizie, nel lavoro e nel mondo! Inoltre i miei inverni sono diventati poco o quasi per nulla dolorosi! Sara Zanetti, ostetrica

Proposte

In gravidanza

Dopo parto

Per tutte le donne

Per ostetriche

Per neonati

Per donne in menopausa

Per la crescita personale

Per la persona

Formazione

Mestrualità