Nuovo servizio di consulenza psicologica e genitoriale - sostegno alla genitorialità e alla prima infanzia

con Elena Conci, psicologa perinatale e puericultrice (presentazione in calce)

Servizio di consulenza psicologica, con particolare attenzione all'ambito della genitorialità e dell'età evolutiva.

Mi occupo soprattutto di genitori e figli e di tutto ciò che riguarda il periodo che va dal concepimento ai primi 4 anni di vita.
Ma non solo. In questo luogo vi è spazio per chiunque senza la necessità di essere accolto, sostenuto e guidato nell'affrontare un particolare momento o problema specifico.

Di seguito alcune situazioni per le quali può risultare utile l'intervento dello psicologo perinatale.

CONSULENZA PRE-CONCEPIMENTO

Rivolta alla coppia che desidera un figlio e cerca uno spazio dove poter elaborare pensieri, emozioni e dubbi legati a questo desiderio.

Non mi sento pronto
A volte, pur desiderando tanto diventare genitore, nasce il bisogno di risolvere alcuni sospesi nella propria vita emotiva, fare un passo indietro per entrare in contatto con il figlio che si è stati ed entrare in contatto con il genitore che si vuole essere.

Un figlio che non arriva: l'infertilità'
Altre volte può accadere che il desiderio di un figlio non si realizzi con facilità e questo desiderio può essere frustrato da ripetuti e inutili tentativi di concepimento.
L'idea di non poter generare un figlio può attivare sentimenti di colpa, disperazione e angoscia e può portare a problematiche all'interno della coppia.
Essere accolti e sostenuti da uno psicologo può essere di grande aiuto per affrontare questa situazione problematica.

CONSULENZA IN GRAVIDANZA E DOPO LA NASCITA DEL BAMBINO

Rivolta al singolo o alla coppia, per problematiche legate alla gravidanza e al diventare genitore.
Vi sono situazioni in cui lo psicologo perinatale può essere d'aiuto per affrontare in maniera più consapevole alcune situazioni che si possono incontrare quando si diventa genitore.

Non era come l'avevo sognato
La gravidanza, il parto e il divenire genitori sono tra gli eventi più intensi della vita di una persona, eventi che portano con se grandi cambiamenti.
Non sempre l'arrivo di un bambino è come lo avevamo immaginato. A volte, ritrovare un legame con il nostro bambino, richiede tempo. Ecco che il sostegno di uno psicologo perinatale può essere di grande aiuto nell'affrontare questi primi momenti insieme.

Qui non si dorme!
Problemi di sonno del bambino e di tutta la famiglia : è importante conoscere la fisiologia del sonno di un neonato  e di un bambino in quanto è molto diversa da quella di un adulto ; sapere come funziona lo sviluppo del suo cervello ci può aiutare ad affrontare al meglio le sue e le nostre difficoltà nel dormire.

Come nutrire il mio bambino : allattamento al seno, artificiale, svezzamento, ecc
Oggi sappiamo che l'allattamento non è solamente un modo per nutrire il bambino, ma un sistema di sostegno psico-biologico che permette a madre e figlio, dopo la nascita, di ritrovare un legame che per 9 mesi li ha tenuti uniti.

Il legame tra il genitore e il suo bambino  

Conoscere la fisiologia del legame di attaccamento può essere di grande aiuto per un armonioso sviluppo della relazione tra il bambino e i suoi genitori. 

CONSULENZA PER FAMIGLIE

Rivolta al singolo o alla coppia, per problematiche educative e relazionali tra genitori e figli.

Cambiamenti e passaggi di vita 

Fin da subito la vita ci mette di fronte a diversi cambiamenti, cambiamenti che se per noi adulti possono essere relativamente facili da affrontare, per i nostri bambini possono rappresentare un totale cambiamento di vita : inserimento al nido, l'arrivo di un fratellino o di una sorellina, la gelosia, il rientro al lavoro, ecc ecc.

Conoscere le varie fasi dello sviluppo psicologico nei primi anni di vita può aiutarci a capire meglio i nostri figli e il perché di certe difficoltà.

Consulenza sui ‘capricci’ dei bambini, sulla gestione della rabbia e delle emozioni dei piu’ piccoli e dei grandi.

CONSULENZA LUTTO PERINATALE

Rivolta al singolo o alla coppia che ha vissuto o sta vivendo la dolorosa perdita del proprio bambino.

CONSULENZE INDIVIDUALI

Uno spazio di ascolto rivolto a chiunque senta la necessità di essere accolto, sostenuto e guidato nell'affrontare un particolare momento o problema specifico.
 


Elena Conci

Sono puericultrice dal 2001.

Potrei dire che il mio interesse per il mondo della maternità sia maturato in quel periodo, ma ho  l'impressione che abbia avuto inizio molto prima quando, ancora bambina, infilavo la testa nei passeggini delle mamme che incontravo.

Ho lavorato come Educatrice in asilo nido per quasi 3 anni dopodiché, spinta dalla volontà di occuparmi più da vicino dei problemi dell'infanzia, mi sono iscritta alla Facoltà di Psicologia di Padova con indirizzo “Psicologia dello sviluppo e dell'età evolutiva”. Sono Psicologa dal 2011 e successivamente ho conseguito la specializzazione in "Genitorialità e sviluppo dei figli: interventi preventivi e psicoterapeutici”. L'ambito specifico in cui opero è, quindi, quello dell'area materno-infantile e del sostegno alla genitorialità.

Nel 2012 ho cominciato a perfezionare la mia figura di Psicologa perinatale attraverso il percorso formativo in Educazione Perinatale proposto dal M.I.P.A. (Movimento Italiano di Educazione Perinatale). Come psicologa perinatale, mi occupo di accompagnamento e sostegno delle coppie: prima, durante e dopo la nascita del loro bambino.

Dopo un periodo di tirocinio presso l'associazione "Acqua che balla" di Trento, ho cominciato a proporre degli incontri di gruppo, con neo-genitori in attesa del loro bambini, nei quali vengono affrontati soprattutto argomenti di puericultura: cura del neonato, fisiologia del sonno, pianto, allattamento, contatto, bisogni del bambino, ecc. Sempre all'“Acqua che balla” conduco gruppi di ascolto con mamme, insieme ai loro neonati, per un sostegno dopo la nascita del loro bambino.

In questi anni ho avuto modo di vivere diverse esperienze formative, lavorative e personali che vorrei oggi utilizzare per contribuire al sostegno della relazione madre-bambino, attraverso la diffusione di una cultura basata sulla fisiologia, sull'affettività e sull'importanza delle relazioni primarie. 

Ritengo che la nascita e la crescita di un bambino non siano solo un fatto personale ma una questione che dovrebbe coinvolgere l'intera società. Una società evoluta è una società che sostiene la madre e la coppia genitoriale in un momento delicatissimo qual'è l'arrivo di un nuovo Essere Umano. Per questo motivo, dal 2014, sono socia del M.I.P.P.E. (Movimento Italiano di Psicologia perinatale) un’associazione la cui finalità è quella di promuovere la Psicologia Perinatale attraverso un’opera di informazione e formazione rivolta alle famiglie, ai professionisti e ai volontari che affiancano i genitori durante il periodo perinatale, cioè dal preconcepimento fino al quarto anno di vita.

La Psicologia perinatale si occupa di promuovere il benessere biopsicosociale dell'individuo e di valorizzare le risorse della madre, del padre, del bambino, della coppia e della famiglia dal preconcepimento fino al quarto anno di vita del bambino.

Dopo un lungo tirocinio presso l'"Associazione Genitorialità" di Padova, ho con loro collaborato ad alcuni progetti riguardanti principalmente l'ambito della Perinatalità. E' in questa sede che ho scoperto ciò che mi ha poi portato a trascorrere un anno della mia vita a Parigi: l'Aptonomia. Presso il C.I.R.D.H. (Centro Internazionale per la ricerca e lo sviluppo dell'Aptonomia) mi sto, infatti, formando come Aptoterapeuta. Ancora poco conosciuta in Italia, l'Aptonomia, è una pratica di accompagnamento che mira a ristabilire il benessere della persona. Definita come la “Scienza dell'affettività” espressa attraverso il contatto, l'Aptonomia può essere vista come un approccio all’essere umano nella sua interezza che, esprimendo interesse, rispetto e considerazione, conferma l’Altro nel valore della sua esistenza. Il “contatto” aptonomico, offrendo una conferma affettiva alla persona, consente di acquisire una “sicurezza di base” che mette in moto una serie di fenomeni psico-fisici positivi e può modificare anche la capacità di rispondere alla malattia. Nell'Aptonomia perinatale, i genitori in attesa del loro bambino vengono accompagnati a entrare in relazione affettiva con il piccolo, questo già a partire dai primissimi mesi della gestazione e per tutto il primo anno di vita. Oltre a questo ambito l'Aptonomia viene utilizzata anche come accompagnamento in situazioni di malattia, morte e malessere esistenziale. Infatti ciò a cui mira l'Aptonomia è ristabilire il benessere della persona nella sua integrità di corpo, anima e psiche, sia che essa sia infelice, malata, morente o non ancora nata.

Durante la mia permanenza a Parigi ho lavorato come coordinatrice pedagogica responsabile di due asili nido.

Dal 2004 sono insegnante di massaggio infantile, certificata A.I.M.I. (Associazione Italiana di Massaggio Infantile).

Considero il “contatto” molto importante e per questo utilizzo il massaggio infantile per promuovere e favorire la relazione tra madre e bambino. Come ci ricorda Leboyer “Essere toccato e accarezzato, essere massaggiato, è nutrimento per il bambino. Cibo necessario come i minerali, le vitamine e le proteine”.

Cura del bambino, contatto aptonomico e massaggio infantile sono quindi le fondamenta della mia formazione e della mia esperienza, ed è per questo che il mio studio di Psicologia perinatale e dell'età evolutiva, si chiama: NascereConTatto.

Per maggiori informazioni sui servizi da me offerti vedi:

* Incontri a tema per un accompagnamento verso una genitorialità consapevole e affettiva: incontri di gruppo per genitori in attesa del loro bambino.

* Incontri mamma-neonato: incontri di gruppo per il sostegno della relazione mamma-neonato

* Consulenza pre-concepimento: rivolta alla coppia che desidera un figlio e cerca uno spazio dove poter elaborare pensieri, emozioni e dubbi legati a questo desiderio.

* Consulenza in gravidanza: rivolta al singolo o alla coppia, per problematiche legate alla gravidanza e al diventare genitore.

* Consulenza per famiglie : rivolta al singolo o alla coppia, per problematiche educative e relazionali tra genitori e figli.

* Consulenze individuali: uno spazio di ascolto rivolto a chiunque senta la necessità di essere accolto, sostenuto e guidato nell'affrontare un particolare momento o problema specifico.

Informazioni

Il servizio di consulenza psicologica si svolge presso la sede dell'associazione, in via Dordi 15, Trento.

Il lunedì pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00

e solo su appuntamento (su richiesta è eventualmente possibile concordare un altro orario e un altro giorno).

Contatti

Elena Conci
cell.: 347 5576352
email: elena.conci@yahoo.it