Seminario sulle impronte della nascita e l'esperienza pre-natale

Coordina Patricia Thaler - Assiste Stefania Gadotti

Lo scopo del seminario è quello di offrire spazio, in un contesto di sostegno e protezione, alle prime esperienze di vita che riguardano spesso il periodo pre-verbale.
L’obiettivo è apprendere il modo con cui riconnettersi con la propria forza vitale primaria.

Si tratta di entrare in contatto con una parte di noi alla quale non abbiamo ancora potuto dare  voce per esprimere ciò che viene dal più profondo del nostro essere e per dichiarare il nostro diritto di esistere che, per negligenza, incapacità o impossibilità è stato ignorato.
Le persone che assistono alla nascita non sempre hanno sufficiente consapevolezza dell’esperienza irripetibile che il bambino vive in quel momento e che rappresenta un’impronta fondamentale che lo orienterà nella vita. A volte, colti da paura e dal senso del pericolo, l’attenzione è rivolta maggiormente alle procedure medicali, perdendo il contatto con l’esperienza della nascita. L’amore che ci caratterizza come esseri divini e umani sin dai primi attimi della nostra vita è l’amore che tanto vorremmo dare e che a volte è soffocato e negato da chi ci accudisce e ci assiste, che non sempre ascolta e capisce quello che noi vorremmo esprimere.

È mia intenzione in questo seminario di fungere da guida nel percorso di esplorazione interiore mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza e professionalità, ricreando l’ambito di un utero amorevole, caldo e accogliente pieno di quell’umile accettazione di ciò che c’è e di ciò che emerge.
La mia intenzione è quella di essere presente, accogliendovi a cuore aperto con il bagaglio delle mie competenze ed esperienze acquisite, supportata dalla mia assistente, per garantire uno spazio di tutela e di contenimento degli aspetti più vulnerabili che possono emergere durante questo lavoro. Ora siamo adulti, ed è fondamentale mantenere la coscienza e la presenza dell’adulto accanto alla vulnerabilità che emerge durante il processo.  

L’obiettivo è apprendere il modo con cui riconnettersi con la propria forza vitale primaria.

Si tratta di un lavoro di gruppo con un numero massimo di 4 partecipanti. A ognuno vengono offerti il tempo e lo spazio necessari per vivere in sicurezza l’esperienza, in una seduta individuale ma alla presenza del gruppo che gioca un ruolo fondamentale come testimone e specchio di un processo in divenire.

L’integrazione di memorie primarie per la persona che sta svolgendo la seduta, ma anche per tutti gli altri partecipanti, avviene in un’atmosfera di contenimento, di supporto e di empatia.

I ricordi sono memorizzati in profondità nelle nostre cellule. Concepimento, gravidanza e nascita danno l’impronta alle nostre prime esperienze influenzate dall’ambiente circostante e dall’utero materno.

La consapevolezza dei nostri ricordi corporei non è presente a livello conscio prima del nostro 2° anno di vita. C’è tuttavia una realtà soggettiva dalla quale tutte le nostre esperienze di vita sono influenzate e giudicate.

Il lavoro di gruppo considera le risorse presenti attivandone l’incremento e può essere occasione anche di trasformazione profonda.


Patricia Thaler

Dopo essersi laureata in Lingue e Letterature Straniere e dopo anni d’insegnamento decide di dedicarsi al lavoro energetico con attenzione al corpo. Diploma in Psycho Spiritual Energy Work con Rolf Steiner (CH). Diplomata in Craniosacrale Biodinamica con Franklyn Sills al Karuna Insitute (UK); ha seguito una formazione in psicologia prenatale e perinatale sempre a Karuna con Franklyn e Maura Sills; si è diplomata con Ray Castellino (CA), USA, in lavoro sul prenatale e sui processi connessi al parto. È in formazione con William Emerson, Baby Training, in Svizzera.Dopo anni vissuti all’estero lavora ora nel suo studio a Bressanone (BZ).

Stefania Gadotti 

Ha alle spalle un lungo percorso di attenzione al corpo che è iniziato nel 1990, con il conseguimento in massaggio ayurvedico con il maestro Jothimayananda. In quegli anni ha approfondito in modo particolare il massaggio neonatale con un training in India e la preparazione al parto. L'interesse e la passione per le tematiche corporee l'ha portata a vari corsi di studio, dall'anatomia esperienziale, al Sensitive Gestalt Massage fino al Thai. È diplomata in Craniosacrale secondo la scuola inglese di F. Sills e in Massaggio Ritmico secondo i dettami della medicina antroposofica; ha completato il corso triennale di Operatore prenatale e della nascita secondo Ray Castellino. Da oltre quindici anni collabora a corsi di preparazione al parto e di post nascita, lavorando sulla mamma e sul bambino e si dedica all'insegnamento della pratica del massaggio neonatale. 

 

Quando

Al momento non ci sono date in programma. 

Costo

€ 340: costo del seminario 
€ 10: quota associativa, per le nuove socie

Per l'iscrizione al seminario è necessario versare un a caparra di €100 intestata a: 
Associazione culturale L’Acqua che Balla
Cassa Rurale di Trento
IBAN: IT20V0830401802000001710915
NB - Causale: Specificare nome e cognome dell’iscritta/o al corso e seminario nascita.

Info

Il lavoro si  svolge in un gruppo di minimo 3 persone, massimo 4.

Orari:

venerdi sera 16.00-19.00
sabato: 9.00-21.00 circa
domenica: 9.30-17.00 (circa, a seconda del lavoro del gruppo)

A Trento il seminairo si svolge presso la sede dell'Associazione L'Acqua che balla, in via Dordi 15.

Contatti

Stefania Gadotti:
cell. +39 335 6381493 

Patricia Thaler:
cell +39 342 7177077
email: patriciathaler@gmail.com