La nostra storia

Alla fine degli anni 50 in Italia si scelse di ospedalizzare la nascita rendendo gratuita per tutte le donne l'assistenza al parto in ospedale e sopprimendo la condotta ostetrica che fino a quel momento aveva assicurato l'assistenza da parte della levatrice delle gravidanze e dei parti a domicilio.
Ebbe inizio quella medicalizzazione del parto che portò poi questo evento fisiologico a divenire in pochi anni un atto medico che trasformava le gestanti in pazienti e svuotava questo momento, così centrale nella vita delle persone, di ogni implicazione psicologica, sociale e spirituale trasformandolo in un avvenimento meccanico, nel quale le esigenze delle donne, dei bambini e dei padri erano considerate del tutto irrilevanti. La nascita veniva gestita con modalità ed interventi che, come si sarebbe visto in seguito, non avevano nulla di scientifico e rendevano l'esperienza spesso violenta e umiliante.
Per reagire a questo stato di cose nacque negli anni ottanta un movimento di donne e operatori che chiedevano un cambiamento delle modalità di assistenza e proponevano modelli diversi, alternativi a quelli proposti dall'ostetricia istituzionale.
Si svilupparono in questo contesto, in tutta Italia, associazioni che promuovevano una nuova cultura della nascita.
Si ripensò al parto a casa, non come acritico ritorno al passato, ma come laboratorio dove le coppie e le ostetriche, insieme, potevano sperimentare un nuovo modello di assistenza nel quale le donne, i loro partner ed i bambini neonati fossero i veri protagonisti.

È in questo ambiente storico e culturale che nel 1992 nasce a Trento l’associazione culturale Acqua che balla.
Un gruppo di 7 ostetriche, Annamaria Costella, Sara Agostini, Nicoletta Chistè, Caterina Masè, Laura Zampiero, Daniela Savoi e Cristina Guareschi si uniscono per fondare l’associazione e lavorare insieme per promuovere una nuova cultura della gravidanza e del parto.
Fin dall'inizio vengono proposti corsi pre parto per le coppie, corsi di massaggio neonatale e corsi di aggiornamento per ostetriche, promuovendo sempre una visione ecologica e personalizzata della genitorialità.

Stefania Gadotti, esperta di tecniche di massaggio e Clara Pintarelli, psicologa proveniente da un'associazione con analoghi intenti, entrate nel '95, sono state portatrici di nuove offerte per le socie, che nel frattempo erano divenute più attente e recettive.

L'associazione è stata pioniera nel proporre il massaggio neonatale, corsi per mamme e neonati, corsi di acquaticità con bambini piccolissimi e di psicomotricità, percorsi di crescita tra mamme, corsi nei vari passaggi di vita dei bambini, percorsi relativi relativi alla relazione madre-figlio.

 Col tempo molte delle fondatrici hanno focalizzato sul luogo di lavoro il loro impegno professionale e si sono aggiunte all’associazione altre figure professionali, che hanno reso l’offerta più ampia e approfondita: una psicologa che da tempo si occupava di tematiche relative alla maternità, Clara Pintarelli e qualche anno dopo un' esperta di tecniche di massaggio e di lavoro corporeo, Stefania Gadotti.
L'interesse originario per il momento della nascita è rimasto un punto centrale, anche perchè riteniamo quest'esperienza un momento decisivo nella vita di una coppia e un passaggio fondamentale per il bambino, tale da condizionare la sua vita futura.

Tuttavia, ampliando il nostro sguardo e la nostra ricerca sulla vita e la salute delle donne, abbiamo sentito l'esigenza di proporre percorsi che approfondiscano la consapevolezza su altri importanti momenti di passaggio e più in generale sulla natura ciclica femminile e su tutte le tappe del suo svolgersi, dal menarca alla menopausa.
Dal 2011 collabora con noi Laura Tonello, che ha portato presso la nostra associazione il suo lavoro sulla pratica di consapevolezza della natura ciclica femminile a partire dal ciclo mestruale, affiancando a questo anche l’accompagnamento di madri e figlie al passaggio del menarca e lo yoga del grembo in gravidanza.

Oggi l’associazione Acqua che balla ospita anche operatori esterni, esperti di pratiche di consapevolezza corporea di vario tipo e di lavoro di accompagnamento e di supporto a tutte le donne e le coppie che vogliono crescere nella consapevolezza e nella loro possibilità di scelta nelle fasi di transizione della vita.

Vedi nel sito le pagine dedicate.